21 gen 2012

Dall'assemblage al collage, Pablo Picasso

Natura morta con sedia impagliata, Pablo Picasso, 1912
In natura morta con sedia impagliata di Picasso ( 1912), il genio raggiunge un altro livello.Siamo ad un vero punto di svolta, un ready made timido e bidimensionale, il celebre ritaglio di tela cerata.  Anche se ancora non si rinuncia affatto alla manualità pittorica, siamo ad un punto di non ritorno dove la realtà empirica non è più una parte staccata dell'opera d'arte. Come dice Fabbri, lo scatenamento della rabbia del benpensanti confusi, l'inizio della morte dell'arte, che per noi invece è solo l'inizio di una nuova storia dell'arte.

Come il manifesto tecnico della letteratura futurista diceva, non siamo più di fronte ad una soggettività poetica ma ad un impatto incondizionato con la materia. Ossessione per gli oggetti quindi , nel caso del futurismo prettamente tecnologici, ossessione per i loro impulsi artificiali , leitmotiv che troveremo poi più avanti anche nel dadaismo, e negli anni 50 nel nouveau realisme.
                                                                                   Fonte: Sesso arte e rock'n roll, Fabriano Fabbri


Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email