20 gen 2012

Dal Cubismo al Ready Made, parte 1 Georges Braque, il chiodo fisso e il lettering



Nei manuali d'arte contemporanea si fa risalire unanimamente l'inizio del collage e di conseguenza del Ready Made a un quadro di Georges Braque , Brocca e Violino ( 1909-1910). Ma cos'è che lo differenzia dal lavoro di Picasso in le Demoiselles? Un elemento marginale, quasi inavvertito nel contesto ;in alto nella zona centrale del quadro ,simulato ma riconoscibile, c'è un finto chiodo. Un finto chiodo messo nella tela secondo le regole del trompe l'oeil.
Il chiodo può avere tanti significati simbolici, ma ci sarà un altra tecnica che gli darà sostegno, il lettering. In Braque le lettere appaiono per la prima volta in un quadro del 1911, Il portoghese , DBAL, accompagnata da spezzoni , numeri . Allo stesso modo del chiodo , le lettere usate, sono un entità già fatta, reale . E infatti il chiodo fisso di Braque era avvicinarsi alla realtà, fonderla con l'opera d'arte. Quindi questo fu l'inizio per spaccare la bidimensionalità del quadro ,uscire dalla stessa e entrare a contatto con le 3 dimensioni dell'ambiente. ( Non è ancora adesso un chiodo fisso della nostra generazione ? )






Fonte: SESSO ARTE ROCK'N ROLL , Fabriano Fabbri

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email